Il parco naturale del Karwendel, il Patscherkofel, i Monti di Mieming, la catena del Kalkkögel, la valle Sellraintal e le Alpi dello Stubai. Questi cinque massicci montuosi caratterizzano la regione di Innsbruck, e invitano a scoprire gli inconfondibili scenari naturali, a esplorare le bellezze paesaggistiche, a conoscere il mondo animale e, naturalmente, a intraprendere indimenticabili escursioni montane. Ve ne sono con tutti i dislivelli e commisurate a qualsiasi condizione di allenamento.

Dal centro della città di Innsbruck a una loggia d’alta quota immersa nella natura: la trasferta dura solo 30 minuti. Gli impianti di risalita Nordkettenbahnen consentono, infatti, un’agevole conquista dell’Hungerburg, della Seegrube e dell’Hafelekar (quota 2.300 m), sito nel cuore del parco naturale del Karwendel, che vede Innsbruck praticamente distesa ai suoi piedi. L’imponente Nordkette, con le sue erte rocce calcaree, è solo una delle molte catene montuose parallele che attraversano il parco naturale più grande dell’Austria. “Mozzafiato”: questo il primo aggettivo che viene in mente a chi lascia spaziare uno sguardo meravigliato dalla Seegrube (1.900 m) sulla città sottostante e sul mondo montano circostante. E a proposito di piacere dei sensi: una sosta culinaria è parte integrante e imprescindibile di pressoché tutte le escursioni nella regione di Innsbruck. Il gustoso spuntino ristoratore si può inserire, ad esempio, proprio sulla Seegrube, prima di proseguire per l’Hafelekar, punto di partenza per uno dei percorsi d’alta quota più belli del parco naturale del Karwendel: il sentiero Goetheweg è parte del più ampio percorso Tiroler Adlerweg e porta alla Pfeishütte, un accogliente rifugio in posizione piacevolmente isolata.

Come molte altre, anche questa bellissima escursione può essere ampliata e trasformata in un tour di trekking di più giorni. Lo stesso vale per il percorso d’alta quota Karwendel Höhenweg che ricompensa gli escursionisti più allenati con un affascinante alternanza di solitudine montana e straordinarie vedute di Innsbruck. Nel caso del tour, i pernottamenti avvengono nei rifugi, ma ciascuna delle sei tappe può essere percorsa anche singolarmente.

Partendo da Innsbruck, il parco naturale del Karwendel può essere esplorato anche “per pedes”. Chi parte dalla Hungerburg potrà scegliere, come comoda variante, un sentiero quasi pianeggiante verso una delle stazioni escursionistiche, come Rechenhof e Gramartboden. Oppure ci si può dedicare all’esplorazione delle malghe d’alta quota, come la Arzler Alm, dall’atmosfera accogliente e tradizionale, la Umbrüggler Alm, con la sua architettura contemporanea e la moderna reinterpretazione culinaria che conferisce nuovi accenti alla cucina tirolese, oppure ancora le malghe Höttinger Alm e Bodenstein Alm, che offrono terrazze panoramiche e una vista davvero “de luxe”.

Il Patscherkofel, con le sue pareti di scisto e quarzite, si innalza a sud di Innsbruck come una sorta di “gigante buono”. Non solo è la montagna di casa degli abitanti di Innsbruck, ma è anche il monte olimpico che ha ospitato svariate competizioni sciistiche nell’ambito dei Giochi Olimpici Invernali del 1964 e del 1976. L’impianto Patscherkofelbahn porta a quasi 2.000 metri di quota: si raggiunge così il punto di partenza per molte escursioni paesaggisticamente incantevoli, adatte a tutta a famiglia. Attraverso i cembri antichi di centinaia di anni si estende, ad esempio, la passeggiata alpina più bella di sempre: il Zirbenweg - sentiero dei cembri, appunto - porta in direzione

est con leggeri saliscendi, fino a raggiungere la malga Tulfeinalm sul Glungezer. La cima del Patscherkofel non presenta particolari difficoltà escursionistiche, ma offre una vista panoramica davvero fantastica.

Un panorama particolarmente incantevole si presenta agli occhi degli escursionisti nei mesi di giugno e luglio, quando la fioritura del rododendro illumina di splendore rosato i verdi arbusti di cembro. Tra le passeggiate degli alpeggi più amate rientra anche il sentiero Almenweg 1600 Patscherkofel, che tocca ben quattro malghe e che può essere affrontato sia nella sua versione più facile (in discesa dalla stazione mediana del Patscherkofel) che nella versione più sportiva, percorrendolo in salita in senso inverso. Le malghe Rinner Alm, Aldranser Alm, Sistranser Alm e Lanser Alm invitano a coronare una perfetta giornata escursionistica con una piacevole sosta culinaria.

La catena montuosa calcarea dei Monti di Mieming, nella parte occidentale della regione di Innsbruck, è la cornice ideale per gli ampi prati soleggiati e per i boschi dell’altopiano di Mieming. Qui i visitatori potranno cimentarsi in piacevoli escursioni, esplorare la cultura e l’eccezionale gastronomia del posto, oppure tentare anche qualche gita ad alta quota alpina. Qui è stata girata la serie televisiva austro-tedesca “Il dottore di montagna” (titolo originale “Bergdoktor”): non può quindi mancare la passeggiata che porta proprio alla dimora del dottore. Altrettanto agevoli sono le escursioni che portano al rifugio Lehnberghaus o alla malga Stöttlalm, girando attorno al bellissimo campo da golf. L’escursione circolare sul soleggiato altopiano consente di esplorarlo in lungo e in largo, raggiungendo la sella Holzleitensattel, il castello Klamm con la sua cascata e il lago balneabile Zein. Particolarmente amate sono poi le escursioni che prevedono una gustosa sosta culinaria, come quella che tocca il rifugio Straßberghaus per portare alla Neue Alplhütte, oppure quelle che conducono alle malghe Marienbergalm o Simmeringalm. Chi osa spingersi più in alto ed è sufficientemente allenato, potrà godere della straordinaria vista panoramica che si presenta dalle cime Judenköpfe o Wankspitze. L’escursione “Königstour” (tour dei re) è invece riservata solo agli esperti che amano le sfide sportive: le marcate vette della Hohe Munde rappresentano, infatti, un imponente marchio della regione.

Kalkkögel – già il nome indica la composizione di questo gruppo montuoso di rocce calcaree, che, grazie alle bizzarre conformazioni delle vette e delle rocce che lo compongono, si è guadagnato il soprannome di “Dolomiti nord-tirolesi”. Un’escursione attraverso questo suggestivo paesaggio che si estende a sud-ovest di Innsbruck è strettamente connesso a indimenticabili esperienze naturali. Lo sguardo spazia a 360 gradi su panorami di vertiginose torri rocciose, su una flora alpina davvero particolare e sulle pecore che pascolano placidamente su spaziosi altopiani. Il gruppo montuoso del Kalkkögel può essere esplorato scegliendo uno dei tour panoramici sull’Hoadl, nel comprensorio olimpico dell’Axamer Lizum, dal quale svariati impianti di risalita conducono ad alta quota. Anche la cima Nockspitze (quota 2.404 m), nota anche come Saile, offre i brividi della conquista della vetta, mentre l’escursione circolare Salfeinser Rundwanderung offre scorci inaspettati e invita a fare una sosta immersi un magico biotopo naturale. Nel parco Muttereralmpark (1.608 m), comodamente raggiungibile con l’impianto Muttereralmbahn, la regione del Kalkkögel si presenta più accogliente e a misura di famiglia. Qui prendono il via numerose passeggiate escursionistiche facili ed agevoli, che consentono di raggiungere, ad esempio, le malghe Kreitheralm e Götzneralm. Sempre qui si estende, inoltre, lo straordinario percorso delle malghe Innsbrucker Almenweg, che garantisce la possibilità di svariate soste a sfondo gastronomico.

La valle Sellraintal e le Alpi dello Stubai, completano i cinque massicci montuosi della regione di Innsbruck. Oltre 500 vette fino a 3.500 metri di quota; Kühtai, il comprensorio a quota più alta che abbia mai ospitato, in Austria, la coppa del mondo di sci; i cosiddetti “villaggi dell’alpinismo” del club alpino nella valle Sellraintal – tutto questo sottolinea, in modo significativo, l’importanza di quest’area come comprensorio escursionistico di insuperabile fascino paesaggistico. Spostandosi a sud-ovest di Innsbruck di soli pochi chilometri, gli escursionisti potrann esplorare un incantevole paesaggio primigenio, osservare stambecchi, aquile e marmotte, e sperimentare la vasta rete

di percorsi escursionistici corredati da accoglienti rifugi, come il Westfalenhaus. Alcuni dei tracciati che consentono di esplorare il territorio alto-alpino sono, ad esempio, il sentiero escursionistico d’alta quota Sellraintaler Höhenwanderweg, con le sue molte possibilità di ascese e discese distribuite per tutta la valle, il sentiero Knappenweg oppure ancora il percorso Peter-Anich-Höhensteig. I trekker più esperti ed allenati potranno accettare l’appassionante sfida rappresentata dal percorso Sellrainer Hüttenrunde, mentre il più agevole sentiero dei tre laghi Drei-Seen-Runde di Kühtai è particolarmente amato dalle famiglie. Un consiglio: nei mesi di giugno e di luglio la fioritura dei rododendri trasforma magicamente la natura tingendola di un incantevole rosa.

L’Innsbruck Trek è uno dei tracciati escursionistici a lunga percorrenza dei dintorni di Innsbruck: si tratta di un’escursione di 7 giorni proposta dalla rinomata Scuola Alpina di Innsbruck (ASI). Il percorso parte dal centro della città e conduce attraverso i vasti spazi dell’altopiano di Mieming, fino a raggiungere l’affascinante mondo montano delle Alpi dello Stubai. L’escursione tocca Kühtai e la valle Sellraintal, raggiunge il Patscherkofel e fa quindi ritorno in città. Ogni giorno i partecipanti possono scegliere tra un’escursione medio-difficile e una più impegnativa. Alloggi a 3 stelle garantiscono comodi pernottamenti. L’Innsbruck Trek può essere affrontato in compagnia delle competenti guide della Scuola Alpina di Innsbruck, oppure in autonomia, per assecondare semplicemente il proprio passo. In ogni caso il servizio di trasporto bagagli consente di muoversi sempre agilmente e in totale libertà.

In piedi sulla cima, con il mondo ai propri piedi e sopra la testa nient’altro che il cielo. “Semplice: conquista la vetta”, questo il motto della regione di Innsbruck, che consente di raggiungere le quote più alte con l’aiuto di moderni impianti di risalita. Le escursioni che consentono di conquistare le vette più alte del Patscherkofel, dell’Hafelekar, della Nockspitze o del Rangger Köpfl diventano così quasi un gioco da ragazzi – ma regalano pur sempre panorami spettacolari da una quota di circa 2.000 metri. Viste panoramiche da sogno e appassionanti esperienze nella natura sono garantite anche da escursioni facili e relativamente brevi come quelle sul monte Faltegartenkögele di Kühtai o verso la malga Simmeringalm sull’altopiano di Mieming.

La regione di Innsbruck accoglie tutti gli escursionisti offrendo loro un programma escursionistico gratuito. Una volta giunti al loro alloggio, gli ospiti di Innsbruck riceveranno, infatti, la carta ospiti Welcome Card, che invita a prendere parte alle escursioni guidate in compagnia delle guide della Scuola Alpina di Innsbruck. Da maggio a fine ottobre, il programma prevede, più volte alla settimana, tour ed escursioni in grado di far conoscere anche ai meno esperti le bellezze del mondo montano che si estende tutt’attorno a Innsbruck. Il bus escursionistico gratuito porterà gli ospiti fino alla partenza del tour scelto, e, su richiesta, sono disponibili scarponcini e zaini da escursione in prestito. A partire da tre pernottamenti consecutivi, il pacchetto della Welcome Card comprende anche dei trasferimenti gratuiti con gli impianti di risalita della regione di Innsbruck, e precisamente una salita e una discesa con tutti i seguenti impianti: Muttereralmbahn oppure Nockspitzbahn, Bergbahnen Oberperfuss, Drei-Seen-Bahn Kühtai e Axamer Lizum Olympiabahn. La card offre inoltre il 25% di sconto per il viaggio con gli impianti Patscherkofelbahnen e Nordkettenbahnen (solo per la tratta Innsbruck-Hafelekar-Innsbruck). 

...
continua

Fotografie, 300 dpi


Innsbruck Nordkette

Parole chiave

Escursionismo, Estate

Contatto media

Barbara Plattner, MA
ProMedia
Brunecker Str. 1
6020 Innsbruck
t: +43 512 214004 - 17
m: +43 664 88 53 93 94
www.newsroom.pr
barbara.plattner@pro.media

Contatto per richieste e informazioni

Guido Vianello
Innsbruck Tourismus
Burggraben 3
6020 Innsbruck
t: +43 512 59850-155
www.innsbruck.info
g.vianello@innsbruck.info

Cartina

Anschrift

Brunecker Str. 1
Innsbruck, Österreich
Telefon: +43 512 214004

newsroom@pro.media
www.pro.media

 

Social Media

News per email

Sie wollen per Newsletter immer top aktuell informiert werden? Dann sind Sie hier goldrichtig!

ProMedia