Vitalpin è un ottimo esempio di quanto possano essere proficui l’impegno e la passione per uno scopo comune. L’organizzazione oggi riunisce il triplo dei partner provenienti da Austria, Germania, Italia e Svizzera rispetto a un anno fa. In totale si tratta di più di 960.000 persone e aziende che vivono con e grazie al turismo e che dipendono da un turismo ben funzionante. “Proprio a causa dell’emergenza Coronavirus è diventata evidente l’enorme importanza e i benefici del turismo per le persone che vivono nell’arco alpino ed è proprio questo ciò per cui ci impegniamo. La nostra rete è essenziale, proprio per riuscire ad inserirsi nel dialogo così importante tra persone e organizzazioni nelle Alpi. Ora restare uniti e collaborare è più importante che mai”, afferma la Direttrice di Vitalpin Theresa Haid.

L’obiettivo dell’associazione: creare un futuro costruttivo nelle Alpi
“Tutelare” e “convivere” sono i principi su cui si basano i tre pilastri portanti di Vitalpin: persone, turismo e natura nelle Alpi. “Questi tre temi sono strettamente collegati tra loro e non possono essere considerati in modo isolato uno dagli altri”, aggiunge Theresa Haid. Vitalpin promuove quindi il dialogo e funge da elemento di connessione per influenzare positivamente la consapevolezza e la mentalità nel settore del turismo. Il turismo e l’economia del tempo libero ad esso legata hanno un significato centrale per molte regioni alpine per quanto riguarda il reddito e l’occupazione. Perciò è molto importante che gli ospiti, i collaboratori e le persone del luogo si sentano bene e allo stesso modo si sentano valorizzati. “I progetti turistici del futuro devono essere attuati osservando con maggiore attenzione le nuove esigenze ecologiche che ci richiede l’ambiente. In tempi di cambiamento climatico e sociale c’è bisogno anche di un cambiamento di mentalità: bisogna tornare indietro e preferire una dimensione più bilanciata a situazioni estreme”, continua Theresa Haid.

La tutela del clima nello spazio alpino
Nel suo primo anno di vita Vitalpin è riuscita ad attuare alcuni progetti di gestione ecologica nella natura alpina. La neutralità climatica di Silvretta Seilbahn AG è stata una pietra miliare in questo senso. L’azienda, che rappresenta uno dei più grandi comprensori sciistici delle Alpi, dal 2019 si impegna fortemente nella tutela del clima: le emissioni di CO2 dell’impianto sciistico sono state calcolate e analizzate per poi attuare conseguenti misure per la riduzione dell’impronta ecologica di CO2 di Silvretta Seilbahn AG. Theresa Haid è lieta anche dell’effetto domino nell’economia del turismo, poiché in futuro l’iniziativa verrà ampliata a molte altre zone sciistiche nell’arco alpino, così come ad altre aziende nel settore turistico: “Molti dei nostri membri hanno mostrato interesse e vogliono svilupparsi in questa direzione. Per questo motivo il progetto pilota è stato sicuramente un progetto faro con effetto a catena.” Il prossimo passo di Vitalpin sarà quello di creare un fondo per la tutela del clima con riferimento diretto allo spazio alpino, che permetta di investire direttamente in progetti a tutela del clima nella propria regione.

Una nuova convivenza nel turismo
Oltre alla presenza sui media internazionali (con 170 contributi sono stati raggiunti 26 milioni di lettori) Vitalpin è presente anche a numerosi eventi. Ciò è stato possibile anche all’ampliamento del team che nel corso dell’ultimo anno è raddoppiato. “Ciò che abbiamo raggiunto nel corso del primo anno mi rende già fiero. È bello vedere come la nostra visione di una nuova convivenza nel turismo, così come l’abbiamo concepita un anno fa, abbia già raggiunto questa portata”, afferma il Presidente di Vitalpin Hannes Parth.

Una dichiarazione del Presidente della Camera di commercio di Bolzano Michl Ebner:
“In questo periodo difficile caratterizzato dal Coronavirus ognuno di noi è diventato consapevole di quanto il turismo e l’economia del tempo libero siano essenziali per l’economia locale. Se la situazione per gli operatori turistici del posto è buona, ciò si riflette positivamente anche sugli altri settori economici. In questo senso le organizzazioni come Vitalpin hanno un ruolo importante. La Camera di commercio di Bolzano è il partner di riferimento di Vitalpin per l’Alto Adige.”

Una dichiarazione del Presidente dell’Unione Albergatori e Pubblici Esercenti (HGV) Manfred Pinzger:
“Il turismo ha portato benessere in tutte le valli e frazioni dell’Alto Adige. Il turismo altoatesino potrà avere successo in futuro soltanto se verrà organizzato insieme alla popolazione. Per questo c’è bisogno di un dialogo tra i diversi gruppi di interessati, ma soprattutto con le persone che vivono e lavorano nelle nostre valli e nei nostri paesi. Allo stesso tempo sono necessari approcci transnazionali per raggiungere uno sviluppo turistico sostenibile nello spazio alpino. Questo è il motivo per cui l’Unione Albergatori e Pubblici Esercenti ha aderito con grande convinzione a Vitalpin e ne sostiene le attività”.

 

Per ulteriori informazioni è possibile contattare Vitalpin, persona di riferimento Theresa Haid, tel. +43 6648 512 154, e-mail: theresa.haid@vitalpin.org e per l’Alto Adige la Camera di commercio di Bolzano, persona di riferimento Alfred Aberer, tel. 0471 945 615, e-mail: alfred.aberer@camcom.bz.it.

...
continua



Fotografie, 300 dpi


Vitalpin registra una forte partecipazione: in un anno il numero di ...continua

Dettagli video

Contatto media

Mag. Jennifer Plattner
ProMedia
Brunecker Str. 1
6020 Innsbruck
t: +43 512 214004 - 17
m: +43 664 5208373
www.newsroom.pr
jennifer.plattner@pro.media

Contatto per richieste e informazioni

Theresa Haid
Vitalpin
Brixnerstraße 3
6020 Innsbruck
m: +43 664 52 98 001
www.vitalpin.org
theresa.haid@vitalpin.org

Cartina

Anschrift

Brunecker Str. 1
Innsbruck, Österreich
Telefon: +43 512 214004

newsroom@pro.media
www.pro.media

Social Media

News per email

Sie wollen per Newsletter immer top aktuell informiert werden? Dann sind Sie hier goldrichtig!

Newsletter

ProMedia